Food Hospitality World 2015 - San Paolo

Food Hospitality World 2015 - San Paolo

La Fiera FOOD HOSPITALITY WORLD è alla sua terza edizione e si è svolta al “São Paulo Expo Exhibition & Convention Center” noto anche come “Centro de Exposições Imigrantes” che, a breve, diventerà il più importante centro espositivo e congressuale dell’America Latina.

La FHW, che si svolge anche in altri tre paesi (India, Sud Africa e Cina) è una manifestazione di grande rilevanza, che si propone di fornire una piattaforma globale per l’industria.

La manifestazione non è solo uno spazio espositivo che unisce i settori dell’ospitalità professionale e dell’agroalimentare, ma è anche un circuito globale di opportunità concrete di business che permette alle aziende di far conoscere i propri brand e prodotti nel mondo.

La fiera, svoltasi dal 16 al 18 marzo, si è sviluppata su una superficie di 5.000 mq.

All’evento hanno partecipato 120 espositori e 500 brand nazionali e internazionali, con un afflusso di 5.300 operatori professionali.

Tema principale il biologico, i suoi prodotti e le varie realtà presenti nel mondo, che hanno deciso di puntare tutto su questo tipo di settore.

Presso lo stand del progetto, erano presente una serie di prodotti biologici certificati, che hanno riscosso molto successo tra i visitatori. Nello specifico:

  • Olio extravergine di oliva
  • Puree e succhi di frutta
  • Preparati di mais
  • Vino
  • Pasta
  • Conserve e sughi pronti

L’evento informativo si è svolto durante la seconda giornata della manifestazione fieristica Food Hospitality World di San Paolo.

Tema del seminario, La Misura 501. Misura europea, volta alla promozione del biologico. Oltre a presentare la Misura, spiegandone le modalità di attuazione e il suo obiettivo (la promozione dei prodotti biologici europei sui mercati dei Paesi Terzi), si è parlato anche del biologico, descrivendo le varie certificazioni e i controlli che vengono eseguiti sui prodotti per essere conformi a tale denominazione.

Si è poi parlato dell’importante tema delle etichettatura e delle contraffazioni, piaga che colpisce soprattutto i prodotti italiani, rinomati e sinonimo di qualità.

Naturalmente, ci si è soffermati anche sulla sostenibilità ambientale dell’agricoltura biologica, aspetto molto importante nel mercato brasiliano.  Infatti, si è visto come, anche tra gli operatori presenti, i consumatori verde-oro leghino il biologico al benessere fisico e quindi ad un modo di vivere in sintonia con la natura e il mondo circostante.


Stampa   Email
Il biologico italiano nel mondo
Entra nel gruppo “Il biologico italiano nel mondo”